• Beyond what they sell

Rapinoe


(Photo by Marianna Massey - FIFA/FIFA via Getty Images)

Messi ha vinto il Fifa World Player 2019.

Sì; ha vinto il premio che ogni anno danno al miglior calciatore dell'anno.

Ecco; a mio modesto parere io lo avrei dato al difensore del Liverpool Van Dijk: in fondo, durante l'ultimo anno, si è dimostrato un pilastro fondamentale per vincere la Champions League e, difatti, Mario è dello stesso mio parere: “Doveva vincere l'olandese!”.

In ogni modo Gianluca festeggia il successo del su beniamino e Giuseppe ne fa una questione di sponsor.

D'altronde, quando si parla di calcio, l'italiano è sempre un grande appassionato, e, non nascondiamolo: un esperto.

E se Cristiano Ronaldo decide di saltare la serata di premiazione, possiamo sapere che Andrea non ha apprezzato quel suo comportamento, mentre Davide, prendendo le difese del portoghese, ha trovato giusto il pensiero secondo cui: “Sapeva di non vincere, caxxo ci andava a fare!”

Appunto!

Dopo il discorso di Messi, Franco cambia canale. È prevista la premiazione della migliore giocatrice del 2019 ma: Le donne cosa caxxo c'entrano con il calcio! Quindi, come detto, Franco cambia canale.

A competere per la vittoria finale vi stanno la giocatrice capocannoniere degli ultimi mondiali di calcio Alex Morgan e la talentuosa Megan Rapinoe: dopo una lunga lotta all'ultimo voto, la spunta quest'ultima per la felicità, comunque, di entrambe.

E questa volta trovo la decisione giusta.

Rapinoe ha fatto un mondiale in crescendo segnando nei momenti decisivi e, senza dubbio, è stata la trascinatrice degli U.S.A. alla vittoria finale.

Morgan si è fatta sentire con i suoi goal ma, fra le due, anche io avrei scelto Rapinoe.

Ovvero: questo è un mio pensiero e, difatti non è quello di Luca: Poteva vince l'altra! Almeno era fica!

I gusti sono gusti.

Appena salita sul palco, Rapinoe comincia con i ringraziamenti. Ringrazia la famiglia, il team, lo staff; poi, confermando i timori di Valerio (“La fidanzata ti aspetta a casa), ringrazia la sua ragazza che, purtroppo, in quel momento non è riuscita ad essere presente. E lo scoprire che Megan è dichiaratamente una persona omosessuale, regala una certezza ai pensieri di Giovanni: Lei fa l'uomo”

Sul palco Megan mostra un abito molto scollato, eppure non è volgare. È nero su tinte dorate e viola che mettono in risalto i colori che la giocatrice ha scelto per i suoi orecchini e i suoi capelli.

Ma Cross, digitando subito il suo pensiero, mette subito le cose in chiaro: Metti un reggiseno per cominciare... (ottiene dieci like), Diego, notando un seno piccolo, non si fa pregare: Si ma rifatti le minne” (i like sono due), mentre Fabrizio, osservando quel vedo-non-vedo, comincia ad innervosirsi: O ti copri o ti scopri… e poi te ne vai a cag...re, per lui va male: nemmeno un apprezzamento.

Sarà per la prossima volta.

Megan continua con il suo discorso. A differenza di Leo (Messi ndr.), non si ferma ai ringraziamenti e comincia a parlare di altro: parla del problema del razzismo all'interno del calcio, parla di aiutare le donne iraniane a cui non è permesso partecipare ad eventi pubblici tanto da portare una giovane donna a togliersi la vita, parla di dare forza a chi difende i diritti LGBTQI+ per non fare sentire sole tutte quelle persone costrette a vivere nell'ombra; e conclude: “Quello che voglio dire, con tutto il cuore, è di condividere il vostro palco con altre persone, condividete il vostro successo. Usate questo splendido sport per cambiare davvero il mondo.”

All'istante quasi mi commuovo.

In un attimo mi sento circondato da un'onda di forza positiva.

Messi ha semplicemente ringraziato - e perdio: non ho niente da rimproverargli -, ma Megan ha lanciato energia.


Messi and Rapinoe at Fifa World Player 2019 (da Aljazeera 23 sept 2019)

E Federico, percependo quella stessa energia, non riesce a tenere il suo bel pensiero tutto per sé: “Lesbo al potere”. Alessandro, in preda alla competizione, si ricorda anche di un altro elemento fondamentale: Ecco, dai l'esempio… lava i piatti.” e così ottiene un pollice alzato e una faccia che ride, mentre Giuliano, dall'alto dei suoi pensieri, si spinge addirittura in un paragone: “Tra lei e Greta (Thunberg ndr.) non so chi è più rompiballe!!” (4 like)

I commenti di apprezzamento continuano in un crescendo; nel più brillante addirittura viene consigliato alla Rapinoe di darsi fuoco!

E beh, Messi non può competere.

Pensate: l'argentino non riesce ad ottenere nemmeno un commento per il suo modo di vestire, o per la sua barba, o per il suo pettorale non perfettamente definito. Addirittura, nemmeno un commento per il suo discorso che chissà quanto tempo ci avrà perso.

No, la vera vincitrice è Megan. Oggi i riflettori, le copertine, ma soprattutto i commenti sono tutti per lei. E poco importa se quasi tutti non hanno a che fare con il calcio: d'altronde era solo il Fifa World Player.



Iacopo Benedetti Messi won the Fifa World Player 2019. Yup, has won the every year prize for the best footballer of the year. Here: in my humble opinion I would have given it to the Liverpool defender Van Dijk: after all, during the last year, he has proved to be a fundamental pillar to win the Champions League and, in fact, Mario agrees with me “the Dutch should have won!". In any case, Gianluca celebrates the success of his favourite and Giuseppe makes it a matter of sponsors. On the other hand, when it comes to football, the Italian man is always a big fan, and, let's not hide it: an expert too. And if Cristiano Ronaldo decides to skip the prize-giving evening, we can know that Andrea did not appreciate his behaviour, while Davide, taking the defense of the Portuguese, agrees with the idea that: “He knew he wasn’t gonna win, what the fuck was he going there for!" Exactly! After Messi's speech, Franco changes the channel. The awarding of the best female player of 2019 is scheduled, but: "what the fuck women have to do with soccer!" So, as mentioned, Franco changes channel. Competing for the title there are the top scorer of the last world championships: Alex Morgan and the talented Megan Rapinoe, after a long tight battle, the latter wins, for the happiness, however, of both. And this time I find this decision to be right. Rapinoe has made a world-wide in crescendo, scoring in the decisive moments and, without a doubt, led the USA team to the final victory. Morgan made herself heard with her goals but, between the two, I too, would have chosen Rapinoe. That is: this is my idea, and in fact, it is not Luca's: "The other should have won! At least she was hot! " To each his own. As soon as she took the stage, Rapinoe gave a thanking speech. Thanks to the family, to the team, to the staff; then, confirming Valerio's fears ("your girlfriend is waiting for you at home"), She thanks her girlfriend who, unfortunately, at that moment couldn’t be present. And discovering that Megan is openly homosexual, gives a certainty to Giovanni's idea: "She is the man of the couple On stage Megan shows a very low-cut dress, yet not vulgar. It is black with touches of gold and purple, that highlight the colours the player has chosen for earrings and hair. But Cross, immediately typing his thoughts, makes things clear: "wear a bra for a start ..." (he gets ten likes), Diego, noticing small breasts, doesn’t hesitate: "Yes, but get a boob job"(The likes are two), while Fabrizio, observing the almost see-through dress, gets nervous: "Either you cover yourself or not ... and then go to hell ... ", not even a like for the poor fellow. Maybe next time. Megan continues with her speech. Unlike Leo (Messi ed.), She doesn’t just thank but starts talking about something else: she talks about the problem of racism in football, about helping Iranian women who are not allowed to participate in public events and this led a young woman to take her own life, about helping those who defend LGBTQI+ rights to make those who live in the shadow feel less alone, and concludes: "What I want to say, with all my heart, is to share your spotlight with other people, share your success. Use this beautiful sport to really change the world. " Instantly I am almost moved. In a moment I feel surrounded by a wave of positive force. Messi simply thanked - and by God, I have nothing to reproach him with - but Megan has shared energy. And Federico, sensing that same energy, cannot keep his beautiful thought all to himself: "Lesbos in power". Alessandro, caught in the competition, remembers us a fundamental element: "Here, be an example ... go wash the dishes." And so, he gets a raised thumb and a laughing face, while Giuliano, dares even to make a comparison: "Between you and Greta (Thunberg ed.) I do not know who is the main pain in the ass!!" (4 likes) The comments of appreciation continue in a crescendo; in the most brilliant, someone advise Rapinoe to set herself on fire! And well, Messi can't compete. Just think: The Argentinian cannot even get a comment for the way he dresses, or for his beard, or for his not perfectly defined pecs. Indeed, not even a comment on his speech, who knows how much time he spent writing it. No, the real winner is Megan. Today the spotlights, the magazine covers, but above all the comments are for her. And it doesn’t matter if almost everyone of them has nothing to do with football: it was just the Fifa World Player after all.  

translation by Irene Santoro



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

©2020 di Beyond what they sell- Attivismo, arti visuali e ironia per le pari opportunità. Creato con Wix.com